Sign In

Remember Me

URCA: presenza significativa a “CACCIAVILLAGE 2016”

URCA: presenza significativa a “CACCIAVILLAGE 2016”

Analogamente agli anni precedenti anche nel 2016 URCA Umbria non poteva mancare   a CACCIAVILLAGE, evento fieristico tra i più prestigiosi a livello nazionale, tenutosi dal 13 al 15 maggio a Bastia Umbra.

L’impegno di URCA si è diversificato su più fronti, oltre all’allestimento dello stand ed alla collaborazione per l’organizzazione e la cura della mostra trofeistica degli A.T.C., è stata effettuata dai Misuratori C.I.C. Alfredo Argenio, Dott. Raffaele Liaci Pessina e Jader Gasperoniuna valutazione preselettiva dei trofei a disposizione da sottoporre successivamente al giudizio della Commissione ufficiale.

In bella mostra presso lo stand di URCA Umbria figuravano i vari gadget per la promozione dell’Associazione, alcune interessanti pubblicazioni di argomenti inerenti i Cervidi e la Caccia di selezione, le splendide creazioni artistiche di Paolo Cenci, vari trofei gentilmente concessi dai soci Paolo Zandrini e Dott. Filippo Duranti (cervo – capriolo, daino e camoscio), basilare come sempre la diffusione data  all’opuscolocon il Manifesto Fondante l’Associazione, affinché meglio potessero essere spiegate le radici del nostro pensiero ai numerosi visitatori che, per interesse specifico o per curiosità, si sono soffermati allo stand di URCA.

Tutte le iniziative hanno riscosso molto successo ed interesse da parte del numerosissimo pubblico che, nei tre giorni, ha affollato il Centro fieristico di Bastia Umbra (si apprende che l’evento ha raggiunto  i 35.000 ingressi circa, con un aumento del 25%  rispetto alla edizione precedente).

Nel corso delle tre giornate di fiera, con notevole spirito di collaborazione, numerosi soci  hanno fornito la loro preziosa opera, sia per l’allestimento dello stand che nel fornire una continua e costante opera  informativa a tutti coloro che chiedevano notizie sul mondo URCA in particolare e sulla Caccia di selezione in generale; per questo è doveroso ringraziare in particolare i soci Francesco Cipriani, Fausto Castraberte,  Alfio Binario, Luciano e Fabio Petrini, Domenico Buso, Simone Leonardi, Fabrizio Pennacchi, Lorenzo Merciai, Massimo Valeri, Roberto Piselli, e comunque tutti coloro che a vario titolo hanno fattivamente permesso alla nostra associazione di ben figurare.