Sign In

Remember Me

Caccia Magazine maggio 2022 in edicola dal 20 aprile

Caccia Magazine maggio 2022 in edicola dal 20 aprile

 

copertina caccia magazine maggio 2022 (1)Test di carabine e fucili, ricette di ricarica, spunti per la gestione faunistica e la cinofilia venatoria: ecco Caccia Magazine maggio 2022, in edicola dal 20 aprile.

 

Dal 21 al 29 maggio il mondo venatorio promuove localmente una serie d’iniziative dedicate alla conservazione della natura: è l’operazione Paladini del territorio della Fondazione Una cui è dedicata la copertina di Caccia Magazine maggio 2022, in edicola dal 20 aprile. È l’occasione per interrogarsi sul tipo di cacciatore che si voglia essere: da Viviana Bertocchi che rispolvera un carteggio con Mario Rigoni Stern e Demian Planitzer, che in Venastoria si serve di una serie di modelli illustri, arriva un cospicuo aiuto per l’autoanalisi.

Ruggiero Pettinelli e Marco Caimi firmano i test della carabina bolt Bergara B14 Hunter extreme serie .308 Winchester (a proposito di Bergara: avete visto l’ultima novità per la braccata?) e della monocolpo basculante Merkel K5 Black .270 Winchester, già un classico per la caccia in montagna; di Matteo Cagossi la recensione del cannocchiale da puntamento Delta optical Titanium 4-24×50 Hd. Sulla caccia di selezione si concentra anche Enrico Garelli Pachner che spiega quanto sia influenzata dalle condizioni di visibilità; la caccia agli ungulati però non si risolve solo nel momento dello sparo, lo ricorda Roberto Mazzoni della Stella evidenziando come il conteggio notturno dei caprioli sia un ottimo strumento per la valutazione quantitativa di una popolazione e la sua gestione venatoria.

 

Cinofilia venatoria e selvaggina in tavola su Caccia Magazine maggio 2022

La cinofilia trova sempre più spazio nella caccia agli ungulati: non solo al cinghiale (e comunque Emanuele Nava si confronta con Gian Paolo Paparelli sul coraggio e l’aggressività del segugio; e di cinghiale scrive anche Vincenzo Frascino reduce da una braccata sulle colline dell’Alto Jonio cosentino), ma anche nella caccia di selezione; al termine di un’azione non perfetta può infatti esserci bisogno di un buon cane da recupero le cui qualità descrive Antonio Zuffi.

E se va tutto bene si finisce a tavola. Per Stefano Marinucci quaranta mesi rappresentano la stagionatura giusta con cui il Parmigiano impreziosisce le linguine alla dadolata di cervo; ma prima di arrivarci c’è bisogno di passare dalla frollatura, il processo biochimico che trasforma il muscolo del selvatico abbattuto in carne commestibile (Luca Pellicioli).

 

Beccaccia, coturnice, acquatici: le cacce tradizionali su Caccia Magazine maggio 2022

Il lungo capitolo sulle cacce tradizionali s’apre col reportage di Marco Caimi che è andato a caccia di beccacce in Bulgaria, in un territorio interessato da una migrazione intensa e ideale per lo svernamento. Alla beccaccia sono dedicati anche il fucile sovrapposto Rfm Bécassier Soft calibro 28 e la cartuccia ricaricata dispersante (questa però è buona anche per selvatici più coriacei) presentate da Simone Bertini; a un’altra regina è invece destinata la munizione Nobel Sport La Coturnice calibro 12, che sfrutta un mix di pallini 6 e 7. Di coturnice scrive anche Luca Ciuffardi che ne analizza lo stato di salute mentre il piano d’azione nazionale sta per concludersi.

La caccia agli acquatici è una delle passioni di Massimo Marracci: il barchino gli serve sia per posizionare e sistemare il gioco di stampi e richiami sia per recuperare i selvatici abbattuti. Per rimanere (più o meno) in zona conviene leggere le note di Ivano Confortini sullo stato di salute di rallidi, caradridi, scolopacidi, columbidi, alaudidi, turdidi, corvidi e tetraonidi, al centro della discussione sui prossimi calendari venatori.

Poi si torna alla cinofilia: in collaborazione con Rossella Di Palma, Elena Villa spiega come impostare la preparazione atletica del cucciolo fino a sei mesi. Al centro dei pensieri di Emanuele Nava ci sono invece soltanto i segugi: dalla scheda di giudizio, fondamentale strumento di valutazione e ottimo supporto per la giuria in occasione delle prove di lavoro su lepre, può essere desunta un’utilissima serie d’informazioni. Ma non sempre è facile star dietro a un cane impegnato in una seguita: ecco che tornano utili i beeper, presentati da Natale Francioso nella tradizionale rassegna comparativa.

Si chiude con le news, l’attualità, le pagine della Cct e del Safari Club International – Italian Chapter (avete visto il calendario del suo campionato di tiro?) e le domande dei lettori cui rispondono la redazione e il direttore Giulio Orlandini. Prima però bisogna scoprire la nuova linea d’abbigliamento Konustex progettata dalle Federcacciatrici e le T-shirt artistiche illustrate da Luca Zaninoni per Trabaldo.
Buona lettura dallo staff di Caccia Magazine, ci vediamo in edicola (o online, o dove vi pare).