Sign In

Remember Me

Beccacce che Passione 1 2021: in edicola il 5 gennaio

Beccacce che Passione 1 2021: in edicola il 5 gennaio

 

0 (1)E’ in edicola il primo numero del 2021 di Beccacce che Passione. In primo piano gli approfondimenti di cinofilia venatoria su setter, kurzhaar e springer spaniel.

Puntuale come sempre Beccacce che Passione 1 2021 vi aspetta in edicola dal 5 gennaio.

Le danze si aprono con l’articolo di Alessio Allegrucci che analizza la presa di punto del setter inglese a caccia nel bosco. Già, perché il contesto di caccia e il tipo di selvaggina condizionano il lavoro dell’ausiliare. Nel bosco un setter può essere fedele in maniera impeccabile a quanto indicato nello standard di razza? La ferma in rigoroso stile setter quanto è condizionata dall’ambiente boschivo e da un selvatico elusivo e scaltro qual è la regina del bosco? E soprattutto è una questione di stile “essere setter”? Entriamo quindi nel bosco alla ricerca della regina per trovare le risposte.

Su Beccacce che Passione 1 2021 si parla anche di kurzhaar con Stefano Marinucci e con l’esperto giudice Enci Sergio Marchetti. Marchetti non ha bisogno di presentazioni: è un punto di riferimento per la nostra cinofilia e in particolare per gli appassionati del bracco tedesco. E su questo nuovo numero della rivista proponiamo le sue considerazioni sulle differenze tra il kurzhaar made in Germany e quello made in Italy.

Passiamo poi allo springer spaniel. Per la maggior parte dei cacciatori italiani la caccia alla beccaccia è sinonimo di caccia con il cane da ferma. In altre parti del mondo invece, è cosa frequente cacciarla con gli spaniel. Ma come si traduce in pratica cacciare la beccaccia con uno spaniel? Lo spiegano Francesco Meconi e Rossella Di Palma.

Caccia scritta su Beccacce che Passione 1 2021

Per chi vuole dedicare qualche momento a letture distensive e romantiche non mancano le occasioni su Beccacce che Passione 1 2021. Nelle note di Fulvio Bortoletto, infatti, si sente fortemente quanto la caccia sia vera passione, una passione così coinvolgente che, quando condivisa con persone affini, suggella intrecci di vita che ci accompagnano per sempre. Ogni uscita nel bosco è una nuova avventura che appesantisce il bagaglio delle cose più belle che la nostra esistenza ci consente di trasportare sulle spalle; il dolce fardello del nostro vivere secondo natura.

E a questo pensiero fa eco la voce di Saro Calvo che dopo 18 anni senza regina è ritornato sulle tracce della nostra fata, perché il richiamo del bosco è come il canto delle sirene, è impossibile resistergli.

Per saperne di più

Due le testimonianze di beccacce con anello riprese in quest’ultima stagione ed entrambe inanellate in Francia. E grazie a Paolo Pennacchini, presidente di Ubi – Unione per la beccaccia Italia e di Fanbpo, la federazione delle associazioni di cacciatori di beccaccia del Paleartico occidentale, dall’Office français de la biodiversité (Réseau Bécasse) abbiamo avuto ulteriori informazioni sulle due regine.

Sempre l’équipe Réseau Bécasse dell’Office français de la biodiversité ha reso noti i risultati dell’attività dell’ufficio di ricerca dall’autunno 2019 a ottobre 2020. Il professor Silvio Spanò riassume i punti salienti contenuti nella pubblicazione francese Bécasse infos, di interesse per i cacciatori di beccaccia che vogliano arricchire le proprie conoscenze sulla Scolopax rusticola.

Ma i nostri approfondimenti non finiscono qui. Paolo Pennacchini, presidente Ubi- Unione per la beccaccia Italia e Fanbpo, risponde alla domanda “la beccaccia si ammala?” riportando le ultime scoperte scientifiche e infine Valerio Nicolucci riassume quanto alcuni ricercatori dell’Eastern Woodcook Migration Research Cooperative hanno recentemente esposto in un’intervista alla rivista canadese Cbc comunicando alcuni dei risultati più sorprendenti dopo tre anni dall’inizio delle ricerche sulla beccaccia americana e la sua migrazione.

Fucili e munizioni per la caccia alla beccaccia

Simone Bertini presenta il nuovo sovrapposto Mithos Beccaccia di Siace e il Beretta 687 Silver Pigeon III, ulteriore evoluzione di un sovrapposto che ha fatto la storia armiera. E in collaborazione con Paolo Guerrucci e Alessandro Iacolina propone due ricette di ricarica, la prima per una dispersante calibro .410 e poi un assetto per una cartuccia dispersante in calibro 20 con pallini in acciaio.

Il test di Giuseppe Cerullo ha infine come protagonista la Danesi Scolopax calibro 12, il nuovo caricamento di Danesi Munizioni per la caccia alla beccaccia, un prodotto inusuale ma, allo stesso tempo, meritevole d’attenzione.

Le rubriche di Beccacce che Passione

Completano Beccacce che Passione 1 2021, immancabilmente, le vostre lettere e le vostre foto, lo sguardo sul cuore dei nostri cani di Felice Modica, la ricetta di Andrea Manzi Fèi consigli della dottoressa veterinaria Federica Pesce per mantenere in forma e in salute i nostri cani, news, notizie di attualità e presentazioni di prodotti dedicati alla caccia alla beccaccia.